IT UK UK UK UK
Defibrillatori
D.A.E. una sigla che salva la vita

Un riquadro verde che incornicia un cuore bianco e una saetta anch’essa verde accanto alla scritta D.A.E. Anche in Italia ci stiamo abituando a vedere in luoghi pubblici, impianti sportivi, centri commerciali, alberghi e ovunque vi sia un certo afflusso di persone, questo cartello con questa sigla.

D.A.E. significa Defibrillatore Automatico Esterno. È uno strumento di pronto intervento che però è anche di prevenzione. È uno strumento salvavita, l’unico in grado di combattere una delle patologie – l’infarto cardiaco – tra quelle con la più alta mortalità in Italia e nel mondo.

Il defibrillatore

Che cosa è
Banalizzando si può dire che il defibrillatore è una potente batteria che ha il solo scopo di emettere una scossa elettrica. In realtà è un sistema complesso, tecnologicamente avanzato ma anche pratico e facile da usare, che possiede sensori in grado di “leggere” le condizioni di salute del paziente e di dosare il voltaggio utile per ripristinare il funzionamento del muscolo cardiaco poco dopo che s’è interrotto.

Come si usa
Innanzitutto bisogna essere abilitati. Occorre frequentare un corso teorico e pratico con istruttori certificati e sostenere un esame. In possesso dei requisiti si può – e si deve, se nelle vicinanze è presente un defibrillatore – intervenire in qualsiasi luogo e nel momento in cui una persona viene colpita da attacco cardiaco. Le si scopre il patto e, a contatto con la pelle (rimuovendo eventualmente i peli con il kit contenuto), gli si applicano gli elettrodi in dotazione. Il D.A.E. rileva i parametri cardiaci e predispone automaticamente una scossa, che si attiva manualmente su segnalazione acustica dell’apparecchio.

Quando serve
Se tutto va bene, e nella maggior parte dei casi è così, il D.A.E. non verrà mai utilizzato. Se però accade che una persona avverte i sintomi dell’infarto – oppressione al petto, dolore intenso e prolungato che si estende agli arti, nausea, sudori freddi e stordimento – è opportuno prelevare l’apparecchio e approntarlo per l’uso.

Dove serve
Ovunque, anche se è ragionevole installarlo in luoghi dove è alta la concentrazione delle persone e più alta la probabilità di doverlo utilizzare. In alcuni Paesi europei il defibrillatore ha trovato negli anni ampia diffusione nelle città. In Italia sarà presto obbligatorio, grazie al Decreto Balduzzi, in tutti i luoghi in cui si pratica attività sportiva agonistica, anche solo in allenamento.

Quando un luogo è dotato di D.A.E. si definisce cardioprotetto. La cardioprotezione sta diventando realtà in:

  • Scuole
  • Alberghi, campeggi e strutture ricettive
  • Supermercati e centri commerciali
  • Palestre, piscine, stadi, impianti sportivi
  • Fabbriche, aziende e uffici
  • Luoghi pubblici all’aperto





área reservada

Para poder acceder en el área reservada hay que registrarse en el sitio.

para más informaciones, por favor, consulte la circular de el ministerio de la salud.

desde el área reservada es posible:
  • consultar y descargar los catálogos de los productos
  • solicitar presupuestos e informaciones técnicas
  • recibir informaciones sobre ofertas especiales y descuentos
  • enviar un pedido
si ya està registrado en el sitio, por favor, ingrese utilizando el formulario de abajo.

Nombre de usuario



Contraseña








Copyright © Inter Farmaci Italia Srl - PI 09577370019 - REA 09577370019 – Capitale Sociale I.V - .€ 25.000 - Via Muller 32 - 28921 - Verbania-Intra (VB)